Scuola, diventa realtà il corso coreutico al "Colajanni"

Vivienna 16 febbraio 2015

locandina coreutico modulo

Una nuova offerta formativa scolastica si affaccerà ad Enna dal prossimo anno scolastico con il liceo coreutico dove sarà possibile studiare la danza presso l’istituto “Colajanni” di Enna.

Il preside Angelo Moceri ha accolto il via libera della Regione convinto che questo corso di studi aprirà nuove frontiere: “È una grande conquista per il territorio, in Sicilia ci sono così solo quattro coreutici”.

Un ulteriore riconoscimento per il “Colajanni” che ha già accolto, oltre al liceo musicale, l’opzione economico-sociale nell’ambito delle Scienze umane che si aggiunge allo studio di una lingua straniera in più e del diritto.

Moceri ha quindi sottolineato che il coreutico avrà anche l’importante convenzione con l’Accademia della Danza di Roma. L’idea di istituire questo nuovo corso di studi è nata lo scorso anno e si concretizza in questi giorni per poi partire ufficialmente il prossimo anno scolastico e già sono già arrivate cinque richieste di iscrizione. Il corso avrà però bisogno di locali idonei che il preside Moceri pensa di trovare di comune accordo con la Provincia.

Il piano di studi prevede, oltre che le classiche materie, lo studio della storia della danza e della musica, tecniche della danza ma anche otto ore settimanali di pratica che saranno condotte da veri e propri specialisti. A salutare con gioia il nuovo liceo coreutico anche la docente Giovanna Fussone che già con l’avvio del liceo musicale fu in prima linea parlando di grossa opportunità per gli studenti ennesi.

 

 Visualizza il piano di studio

Ma che musica, professore! (da focus MIUR)

 

Ma che musica, professore!
Undici premiati tra compositori, cori e orchestre delle scuole

Roma, 04 giugno 2014

FAZZI PREMIAZIONE MIUR BMusica e scuola, un incantesimo. Sono stati assegnati i premi del concorso nazionale Indicibili (in)canti. L’iniziativa, alla sua terza edizione, mira a valorizzare le buone pratiche già esistenti nella scuola italiana, a diffondere la cultura musicale attraverso l’apprendimento pratico della musica, a potenziare l’attività strumentale e corale nella scuola e a educare all’”incanto” per la musica. Indicibili (in)canti è promosso dal Comitato Nazionale per l’apprendimento pratico della musica a scuola, presieduto da Luigi Berlinguer,

Leggi tutto...